Newsletter



Crisi del Matrimonio & Eucaristia
LIBRI CORRELATI
Le crisi dell'amoreUgo Borghello
Le crisi dell'amore

Ennio Antonelli
Crisi del Matrimonio & Eucaristia

Pagine: 72
Codice ISBN: 978-88-8155-654-0

€ 7.00



Bookmark and Share
Invia ad un amico

Descrizione

Un contributo sintetico, ma particolarmente autorevole – l’Autore è presidente emerito del Pontificio Consiglio per la Famiglia –, per affrontare i temi decisivi della pastorale familiare, mostrando l’orizzonte ampio in cui si colloca la questione specifica della comunione eucaristica alle coppie dei divorziati risposati. In densi e articolati paragrafi si toccano con chiarezza dottrinale i «temi caldi» del dibattito sviluppato al Sinodo sulla Famiglia, dando punto per punto elementi di riflessione che, raccolti insieme, delineano una prospettiva precisa sulla strada da percorrere: la coerenza e la perfettibilità della prassi pastorale autorizzata finora; la varietà delle proposte di cambiamento e le obiezioni contro di esse; l’incapacità della cosiddetta legge di gradualità a suggerire criteri generali per l’ammissione dei divorziati risposati e dei conviventi all’Eucaristia; il caposaldo dell’indissolubilità del matrimonio cristiano; l’oblatività dell’amore in relazione alla validità del matrimonio; l’autenticità evangelica per la fecondità missionaria...



Recensioni
Avvenire 10-06-15: «Sinodo, nuovi spunti sui divorziati risposati»Avvenire 10-06-15: «Sinodo, nuovi spunti sui divorziati risposati»

L'Espresso 12-06-15: «Sinodo. Il doppio grido d'allarme del cardinale Antonelli»L'Espresso 12-06-15: «Sinodo. Il doppio grido d'allarme del cardinale Antonelli»

La Nuova Bussola Quotidiana 14-06-15: «Le istruzioni del cardinale per scalare la montagna»La Nuova Bussola Quotidiana 14-06-15: «Le istruzioni del cardinale per scalare la montagna»

Il Tempo 05-10-15: «Le ragioni dei cardinali contro la Comunione ai divorziati»Il Tempo 05-10-15: «Le ragioni dei cardinali contro la Comunione ai divorziati»

L'autore

Ennio Antonelli (Todi 1936), creato cardinale da Giovanni Paolo II e stretto collaboratore anche dei successori Benedetto XVI e Papa Francesco. Teologo e scrittore, negli anni vescovo di Gubbio, arcivescovo di Perugia e di Firenze, è presidente emerito del Pontificio Consiglio per la Famiglia.