I libri di Mariolina Ceriotti Migliarese

I classici del nostro catalogo

07/05/2018

Medico, neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta, Mariolina Ceriotti Migliarese da molti anni si occupa di formazione di genitori e insegnanti attraverso conferenze e articoli su tematiche inerenti la famiglia.
A Milano, dove vive, lavora in un servizio territoriale di neuropsichiatria infantile dove esercita attività privata come psicoterapeuta per adulti e coppie.
È autrice per Edizioni Ares di numerosi libri:

- La famiglia imperfetta (2012),
- La coppia imperfetta (2012)
- Cara dottoressa. Risposte alle famiglie imperfette (2013)
- Erotica & Materna. Viaggio nell’universo femminile (2015)
- Maschi. Forza, eros, tenerezza (2017)

Nell’ultimo libro pubblicato, “Maschi. Forza, eros, tenerezza”, l’autrice indaga la figura maschile, che nella nostra società complessa si sta rivelando quello più fragile. Infatti, mentre le donne hanno fatto un enorme lavoro per capire chi sono, cosa fanno, dove stanno andando e quindi appaiono sempre più sicure e talvolta arroganti nei confronti dei maschi, questi appaiono sempre più preoccupati di sé e meno consapevoli del loro specifico valore per la società. Perché se è vero che la disuguaglianza è negativa, perché significa mancanza di pari opportunità, le differenze sono invece un valore se si è in grado di conoscerle. Oggi purtroppo invece non c’è più la consapevolezza del valore della differenza tra maschile e femminile.
Grazie anche alla sua esperienza di psicoterapeuta, oltre che di donna con una famiglia e madre di cinque figli maschi che ha visto crescere e affermarsi, Mariolina Ceriotti Migliarese indaga le questioni cruciali della vita maschile.
Cosa vede la donna nell’uomo? Cosa si aspetta dal maschio? E qual è il contributo, sia positivo che negativo che le donne danno al maschio nella sua crescita in quanto madri?
Un altro grande tema affrontato dall’autrice è l’incontro dei maschi con la paternità: una parola alta, piena di aspettative: significa andare oltre la considerazione della vita come compimento di un progetto personale per aprirsi al futuro di qualcuno che non sei tu e che è destinato a diventare migliore di te. Ed è quello che manca oggi, il poter andare oltre la visione narcisistica della vita, l’accettazione del limite della morte e capire che la propria vita finirà ma continuerà quella del figlio.

paginazione