Collane
  • Attualità e Storia
  • Famiglia
  • Psicologia
  • Spiritualità
  • Teologia
  • Altri Libri
  • Narrativa

La colomba del RedentoreVita della beata madre Maria Celeste Crostarosa

Pafundi Carmen

-16%
Risparmi €3,84
La colomba del Redentore

Dello stesso Autore

-16%
Risparmi €3,84
La colomba del Redentore

Pafundi Carmen

La colomba del RedentoreVita della beata madre Maria Celeste Crostarosa

24,00 € 20,16 Risparmi 3,84 € (16%)
Codice:ART771
ISBN:9788881557868
Anno:2018
Pagine:584
Spese di spedizione per l’Italia 0,00 €
Vedi dettagli e opzioni di spedizione

La colomba del Redentore

«Sappi che per me vivrai e sarai mia in eterno, ti proteggerò nel mio cuore come unica colomba mia», dice Gesù a madre Maria Celeste Crostarosa, al secolo Giulia Marcella Santa (Napoli 1696 - Foggia 1755), che fin dall’infanzia ha il dono di ascoltare interiormente la sua voce. Divenuta monaca carmelitana, poi visitandina, le rivela infatti, anche con visioni, che sull’esempio della sua Passione desidera che fondi un Ordine con Regole e abiti propri, alla cui guida del ramo monastico femminile sceglie lei, e per quello maschile, missionario, don Alfonso Maria de Liguori. Ma ascoltare la volontà del Redentore e farla adempiere anche fra uomini e donne di Dio non è facile per una monaca del suo tempo; inizia così la passione di Maria Celeste per realizzare l’Opera che il Signore le ha affidato – la fondazione dell’Ordine delle monache Redentoriste e della Congregazione dei padri Redentoristi –, tra calunnie, discredito, invidie, carcerazioni e buio dell’anima, fino al rifiuto del suo padre spirituale e all’espulsione dal monastero che l’aveva creduta.
«Attraverso queste pagine», annota mons. Vincenzo Pelvi nella Prefazione, «comprendiamo che gli occhi di Maria Celeste non si sono mai spenti, il suo carisma fa fiorire l’umano e lo apre alla gioia dell’amore crocifisso, fondendo insieme sensibilità e immaginazione, corporeità e interiorità, finito e infinito». Madre Celeste è stata proclamata beata nel 2016 – molto tardi rispetto a don Alfonso, canonizzato già nel 1839 –, ma il suo esempio e il suo insegnamento restano ancora tutti da scoprire.

Prodotti Simili